Ormai all’ordine del giorno si sente parlare di malasanità e sempre più spesso di medici e professionisti sanitari che commettono errore medico. Il fenomeno ha ormai assunto connotati sempre più allarmanti ma teniamo a ribadire che, accanto a dei medici che – purtroppo – commettono errori vi sono tanti altri professionisti che svolgono la loro attività con la massima diligenza e preparazione possibile.

Tuttavia, è pur sempre vero che determinati errori possono stravolgere la vita della vittima ed è corretto allora cercare di ottenere giustizia.

Riportiamo brevemente il caso di un giovane restauratore siciliano che, dopo una serie di sacrifici, decide di trasferirsi a Firenze per realizzarsi professionalmente e per offrire alla propria famiglia una serenità economica in una nuova città.

Sembrava tutto perfetto, aveva persino un contratto a tempo indeterminato, tutto lasciava sperare per il meglio sino a quando il giovane restauratore non avverte un fortissimo dolore alla schiena. Era estate, si reca in un ospedale in Toscana per le prime cure e poi decide di farsi seguire in Sicilia.

È qui che avviene l’ errore medico.

Qui, dopo alcuni controlli e dopo essere stato rassicurato sotto ogni punto di vista, viene operato per ben tre volte! Peccato però che solo una doveva essere l’operazione necessaria! I seguenti atti chirurgici sono stati posti in essere al fine di correggere gli errori commessi in occasione del primo intervento.

Nessuno ha più avuto il coraggio di guardare negli occhi il paziente e spiegargli cosa è davvero successo in quella sala operatoria. Nessuno si è preoccupato di incontrare quel giovane uomo e spiegargli perché, contrariamente alle promesse e agli esiti sperati, avrebbe dovuto continuare a vivere la propria esistenza su una sedie a rotelle con dolori atroci difficilmente placabili. Insomma, la vita del nostro assistito è stata d’un tratto stravolta e, puntualmente, è stata terribilmente segnata anche quella dei suoi familiari. Noi stiamo dando voce al loro bisogno di giustizia.

 

Avv. Franco Di Maria                                                          Avv. Vincenza Pinò

Leggi ALTRI ARTICOLI