Liquidazione del danno da perdita del rapporto parentale – Le nuove tabelle di Milano con il sistema a punti

LIQUIDAZIONE DEL DANNO DA PERDITA DEL RAPPORTO PARENTALE TRAMITE LE “NUOVE” TABELLE DI MILANO INTEGRATE CON IL SISTEMA A PUNTI

Dal 29 giugno 2022 sono operative le nuove tabelle di Milano sulla liquidazione del danno da perdita del rapporto parentale.
L’obiettivo principale raggiunto è consistito nell’interpretazione del sistema originario meneghino con quello a punti, in armonia con quanto sancito dalla Corte di Cassazione con sentenza n. 10579/2021.

In detta pronuncia, è stato espressamente previsto che per poter liquidare il danno da perdita del rapporto parentale è fondamentale verificare la sussistenza di alcuni parametri che, ove presenti, consentono l’attribuzione di un punteggio e man mano si ricava un valore finale in relazione al quale viene poi elargito il ristoro.

Nel sistema di distribuzione dei punti si deve tener conto, ad esempio, dell’età della vittima primaria e secondaria, dell’eventuale convivenza tra questi due soggetti, della sopravvivenza di altri congiunti ed anche dell’intensità della specifica relazione affettiva perduta (parente di primo e secondo grado).

Le tabelle milanesi nella liquidazione del danno da perdita del rapporto parentale erano dapprima basate su una forbice ampia di valore (soglia massima e soglia minima), entro la quale il giudice poteva stabilire l’ammontare del risarcimento.
Oggi secondo le tabelle Milanesi, è previsto un risarcimento pari a € 336.500 in caso di perdita di un genitore/ figlio/coniuge e di € 146.120 per la perdita di nipote/fratello, salvo la ricorrenza di circostanze eccezionali che devono essere oggetto di specifica prova nel giudizio.

Tuttavia, è stato previsto che in presenza di forti dissapori tra l’erede e il de cuius o qualora fossero stati commessi dei reati dalla vittima secondaria ai danni di quella primaria, il risarcimento potrà essere ridotto o annullato.
In ultimo si precisa che l’osservatorio milanese ha volutamente ristretto il campo di applicazione delle tabelle ai soli casi di perdita di rapporto parentale tra genitore/figlio/coniuge e in quelli tra fratello/nipote; mentre le tabelle di Roma prevedono anche altri tipi di rapporti parentali.

 

Dott. Luigi Pinò


by Published On: Settembre 13th, 2022Categorie: Flash Newstag = ,

Post Recenti

Post Correlati