Sanità digitale

Sanità digitale.

L’innovazione digitale nel corso degli ultimi anni ha avuto un ruolo importante per molti settori e, ancor di più, in ambito sanitario dove l’impiego delle tecnologie informatiche garantisce ai cittadini-utenti un sistema più fruibile, dinamico e al passo con i tempi.

La Sanità Digitale è un progetto che sfrutta l’uso delle tecnologie digitali a supporto del sistema sanitario per renderlo più efficace nell’erogazione dei servizi, nella prenotazione delle prestazioni e facilitare così la comunicazione tra strutture e cittadini/pazienti.

Tuttavia, si rileva che il processo di digitalizzazione del sistema sanitario è tutt’ora frammentato e disomogeneo a causa della scarsa padronanza informatica sia da parte dei professionisti che dei cittadini.

La nuova sanità digitale è basata sul modello Connected Care, cioè condivisione dell’assistenza medica, dove la figura principale al centro del sistema è il cittadino/paziente che può accedere ai servizi e condividere i dati personali con più professionisti contemporaneamente.

Per rendere maggiormente efficiente ed operativo il sistema della sanità digitale è indispensabile che si raggiungano alcuni obiettivi, come lo sviluppo di competenze digitali da parte di medici e cittadini da un lato, e una maggiore collaborazione fra i vari attori del sistema sanitario, dall’altro.

Inoltre, gli strumenti fondamentali per attivare la sanità digitale sono la telemedicina ed il fascicolo elettronico.

Per telemedicina s’intende l’erogazione dei servizi di assistenza sanitaria con l’ausilio di un supporto tecnologico in grado di ridurre le distanze e favorire l’interazione tra professionista e paziente.

Tramite questa modalità è possibile trasferire le informazioni di carattere medico in modo sicuro per la prevenzione, la diagnosi e il controllo dei pazienti.

La telemedicina va ad integrare la prestazione sanitaria tradizionale per renderla più efficace, ma non la sostituisce.

Il Fascicolo Sanitario Elettronico è lo strumento di raccolta di tutta la storia clinica del paziente, consultabile anche dagli altri attori in ambito sanitario, e contiene referti di esami, prescrizioni farmaceutiche, accessi in ospedale, ricoveri ed ogni altro dato inerente all’anamnesi del paziente.

È noto che per monitorare costantemente la condizione dei pazienti si stanno diffondendo dispositivi e app per rimanere sempre più connessi e operativi.

 

 

Dott. Luigi Pinò


Post Correlati