Malasanità in Italia. In quali regioni la sanità non funziona?

I casi di malasanità in Italia sono tanti e sembrano aumentare negli anni.
Facendo un passo indietro, specifichiamo cosa si intende per malasanità: ci riferiamo a tutti quei casi nei quali il paziente non ha ricevuto le cure appropriate o ha contratto delle malattie in ambienti ospedalieri. L’esito finale
è comunque un danno più o meno grave arrecato al paziente stesso: nei casi più seri si arriva al decesso.

Ma quali sono le regioni con più malasanità in Italia?

Secondo il rapporto CREA – Centro di ricerca economica per la sanità dell’Università di Roma Tor Vergata,
che ha il compito di stilare la classifica dei Servizi Sanitari Regionali (SSR), tra gli ultimi posti nella sanità italiana c’è la Sardegna, mentre in cima troviamo Trento e Bolzano.
La classifica è stata creata analizzando la domanda dei pazienti, oltre che l’offerta delle strutture sanitarie pubbliche.
Insieme alla Sardegna, sui gradini più bassi troviamo anche Molise, Sicilia, Basilicata, Puglia, Campania e Calabria. Una grande fetta del Sud Italia quindi, dove si fotografa la situazione più critica.
Al Nord invece possono vantare una buona posizione in classifica Lombardia, Toscana, Friuli Venezia Giulia, Veneto e Emilia Romagna.

In generale, le regioni che si trovano nelle posizioni più alte, sembrano essere anche quelle che investono di più nel settore e con una più stretta integrazione tra politiche sanitarie e sociali. Un modo per fare prevenzione quindi, che si traduce poi in minore spesa in altri settori.
Nel momento in cui, infatti, migliora la qualità della vita si va incontro ad un risparmio del sistema, che può essere reinvestito per migliorare ulteriormente il servizio.

Il CREA sottolinea però come il divario tra Nord e Sud si stia riducendo e come, rispetto a decenni fa, i risultati siano migliorati.
Se hai subito un caso di malasanità e vuoi denunciare per essere risarcito, clicca qui e scopri come fare.

By |2018-08-06T12:42:35+00:00agosto 6th, 2018|Malasanità|0 Comments